Ortofrutta: Le Radici Bio – Box 125 Mercato Italia

Ortofrutta: Box 125 di Mercato Italia, Le Radici, di Daniela Fiore. Produttrice biologica che porta a Mercato Italia i prodotti dei suoi campi a Velletri

Ortofrutta al II Municipio: Azienda Agricola Le Radici al Mercato Italia

Daniela Fiore è una produttrice agricola di Vellettri. Minuta dagli occhi vivaci, esprime una forza e una determinazione che, per certi versi, si riflettono sulla sua scelta di tenere l’azienda di famiglia con la produzione biologica certificata. E di portare i suoi prodotti tre volte a settimana al suo banco di ortofrutta di Mercato Italia.

ORTOFRUTTA BUONISSIMAP RADICI BIO DANIELA FIORE BOX 125 MERCATO ITALIA
Daniela Fiore, Le Radici Bio, Box 125, Mercato Italia

Le Radici bio è un piccolo box vicino all’ingresso di via Catania, entrando a sinistra, quasi davanti all’erboristeria. Di certo non è un banco che richiamerà l’attenzione per un’enorme varietà di prodotti, perchè tutto quello che si vede sul banco è di produzione propria (a parte pochissimi prodotti come il miele, le saponette, la frutta secca, sempre di produzione biologica). E se consideriamo che quella di Le Radici è una produzione biologica, allora siamo quasi felici di non vedere una varietà smisurata di prodotti. Perchè si sa, non solo questo metodo di produzione ha una resa minore rispetto all’agricoltura convenzionale, ma anche perchè le stagioni hanno i propri tempi.

I metodi sostenibili dell’Azienda Agricola Le Radici: agricoltura biologica

Ricapitolando: l’azienda Le Radici pratica l’agricoltura biologica certificata (con certificazione ICEA), e come tale pratica la rotazione delle colture e usa soltanto concimi naturali. Ovviamente l’uso di fertilizzanti o diserbanti chimici è nullo.

Ma cosa troviamo da questo ortofrutta al Banco 125 di Mercato Italia?

Intanto solo frutta e verdura di stagione, quindi quello che siamo abituati a vedere nei banchi dei produttori del centro Italia. Ma Daniela ha una proposta anche molto particolare in termini di prodotti che coltiva. Dalle Radici infatti troviamo tantissimi prodotti rari o difficilmente trovabili sul mercato. Anche se sono tutti di produzione propria, troviamo da Daniela tanti prodotti tipici del Sud Italia: friarielli napoletani, menestrella napoletana, zucchine siciliane, melone bianco invernale, cetriolo barattiere (o cetriolo carosello, tipico pugliese), zucchine chayote (cosiddette zucchine spinose, invernali), topinambur (conosciute anche come rapa tedesca o carciofo di Gerusalemme).

Ma l’offerta di Daniela non deve trarre in inganno: sul banco troviamo prevalentemente prodotti delle campagne laziali (quindi a km 0 o a Km basso, come si dice). A parte le mandorle pugliesi (sempre biologiche) tutti gli altri prodotti sono del Lazio, precisa la produttrice.

Coerente con la sostenibilità del suo metodo di produzione, Daniela applica delle strategie antispreco per conto proprio, di concerto con altri enti del territorio. Cosa ne fa dell’invenduto, ce lo spiega lei: “Di inverno non ci sono scarti. Lavoriamo molto su ordinazione tutto l’anno. D’estate, quando ci sono avanzi, facciamo le marmellate, i succhi di frutta e i sott’olio. Per i sott’olio abbiamo una collaborazione con un laboratorio di produzione di Aprilia. Se comunque ci sono scarti, doniamo agli enti di beneficienza di Velletri”.

Trovate Daniela al banco 125 di Mercato Italia i martedì, venerdì e sabato dalle 07.00 alle 13.30. Tra i servizi offerti, l’acquisto tramite WhatsApp (al +39 333 5412075).

 

Verdure capate, sott’oli, succhi e marmellate: le offerte del Banco 125

Al banco 125 non mancano poi i preparati e le verdure capate. “Abbiamo molti preparati – racconta Daniela. Le marmellate e i succhi li prepariamo tutto l’anno, d’estate abbiamo i sott’olio. D’inverno le insalate e i minestroni, già disposte nelle vaschette”. Vaschette che non sono in plastica – ci tiene a precisare – ma in PLA, “una bioplastica derivata dal mais e biodegradabile“.

 

La qualità per Daniela Fiore

Chiediamo a Daniela cosa fa del suo banco un ortofrutta di qualità.

“Se non mi piace una cosa non la vendo, non sono capace”. Daniela infatti va nella contromano del marketing. Se dipendesse dalla sua capacità di fare pubblicità dei suoi prodotti, il banco sarebbe sempre vuoto. Ma poichè la realtà ci porta in un’altra direzione, cerchiamo di capire qual è il segreto della sua qualità. Oltre al fatto di fare una produzione biologica seria, finalmente Daniela ci racconta: “Abbiamo un’esperienza di circa 20 anni nella produzione agricola. L’azienda, che era di mio padre, faceva agricoltura tradizionale. Poi lui ha deciso di passare al biologico perchè si è reso conto, sulla propria pelle, che i prodotti chimici facevano male alla salute. Non solo nell’ingerire gli alimenti, ma anche per lui che stava a contatto con quei prodotti e li doveva adoperare. Abbiamo messo circa 10 anni per la totale conversione al bio”.

Il racconto di Daniela è emozionato e ha poco a che fare con la rivendicazione della qualità. Questa invece si vede nelle decine di casse che lei e la sua collaboratrice dispongono davanti al banco, e che sono le ordinazioni fatte dai clienti.

Fare agricoltura biologica oggi è difficile e poco pagato. E’ molto più facile, remunerativo e semplice da gestire l’agricoltura convenzionale. Noi, per esempio, prima della conversiona al biologico, vendevamo anche all’ingrosso; puoi fare delle monoculture. Oggi la grande distribuzione organizzata straccia i prezzi del biologico. Il produttore ci rimette. E spesso la certificazione vuol dire solo una spesa in più. Oggi più che mai l’agricoltura biologica la fai per scelta, per etica“.

Una scelta di cui Daniela è, giustamente, molto fiera.

Prodotti di punta dell’ortofrutta Le Radici Bio

Chiediamo a Daniela quali sono i prodotti che più contraddistinguono la sua offerta. Ecco le sue indicazioni (con qualche dritta su quando acquistarli): Albicocche; Carciofi (in primavera); Pomodori (“quelli di settembre sono i più buoni, perchè hanno avuto il clima di cui avevano bisogno per tirare fuori il massimo del sapore”); Fichi (da giugno a settembre) e Kiwi.

 

Prodotti rari

Dal banco di ortofrutta Le Radici bio si possono trovare, sempre di produzione propria, dei prodotti tipici del sud Italia, quali: friarielli e menestrella napoletani, zucchine siciliane, melone bianco invernale, cetriolo barattiere (carosello, tipico pugliese), zucchine chayote (zucchine spinose), topinambur.

Criteri di selezione
  • Produzione propria
  • Prodotti biologici/biodinamici certificati
  • Prodotti Km0 (Campagne laziali)
Offerta e specialità
  • Prodotti rari o particolari
  • Preparati e verdure capate
Servizi e valore aggiunto
  • Ordine su Whatsapp

Non ci sono ancora commenti.

Invia la tua recensione

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cerca il cibo buono che fa per te!

Esplora il nostro motore di ricerca e trova quello che stai cercando

Torna alla Home

Copyright Buonissimap. All rights reserved.

Login

Register

Your personal data will be used to support your experience throughout this website, to manage access to your account, and for other purposes described in our privacy policy.

Already have account?

Lost Password

Please enter your username or email address. You will receive a link to create a new password via email.